Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.
Accetto

Come Aprire una Società in Russia: Istruzioni per Aziende

Scopri i tempi, i costi e i vantaggi di aprire una società in Russia.

aprire azienda in russia

La scelta di aprire una società in Russia è un passo importante che crea non pochi problemi all’imprenditore straniero che si appresta a consolidare la propria presenza su questo mercato. Aprire una società in Russia nasconde non poche insidie e alcuni costi, ma ripagherà sicuramente in termini di immagine, credibilità e affidabilità dell’azienda rispetto ai clienti russi. In questo articolo considereremo le possibilità disponibili e i passi fondamentali per aprire un’azienda in Russia.


Aprire un’azienda in Russia: Da dove cominciare?

Un imprenditore straniero che si appresta ad aprire una società in Russia ha a sua disposizione le seguenti possibilità.

Aprire un ufficio di rappresentanza

L’ufficio di rappresentanza è la scelta di molte aziende che decidono di avere una sede in Russia. L’ufficio di rappresentanza è un centro di costi, pensato per effettuare attività di promozione e supporto sul mercato, ma non di vendita diretta. Sarà dunque il punto di riferimento per i vostri clienti in termini di materiali promozionali, consultazioni sui vostri prodotti e servizi, nonché il tramite diretto con la casa madre in Italia per la creazione e il consolidamento di una rete commerciale nel paese.

Attenzione però: per il diritto russo l’ufficio di rappresentanza non è considerato una persona giuridica.

Come aprire un ufficio di rappresentanza?

Per aprire un ufficio di rappresentanza è necessario procedere al suo accreditamento presso l’ispezione interregionale N 47 di Mosca, che è deputata dal 22.12.2014 alle funzioni di accreditamento filiali e rappresentanze di società straniere.

Attenzione: Le aziende operanti nel settore dell’aviazione, invece, dovranno rivolgersi per l’accreditamento a Rosavijacia (Agenzia Federale per Il Trasporto Aereo).

La procedura comporta la presentazione di un pacchetto di documenti (documenti societari, registrazione dell’azienda presso l’erario d’appartenenza, nonché i protocolli relativi alla decisione di aprire una rappresentanza in Russia) e il pagamento di due imposte. I documenti possono essere presentati direttamente dalla società straniera oppure per delega.

Le imposte da pagare per l’accreditamento di una rappresentanza o di una filiale straniera sono:

Tassa statale di accreditamento rappresentanza/filiale straniera (da pagare per ciascun ente da accreditare sul territorio della Federazione Russa): pari a 120000 rubli (all’incirca 1700 euro).

Tassa statale per la registrazione dei documenti necessari all’accreditamento del soggetto sul territorio della Federazione Russa: pari a 200 rubli (circa 3 euro). Puoi trovare maggiori informazioni qui .

Una rappresentanza che svolga attività esclusivamente di supporto e promozione non è soggetta al pagamento dell’imposta sugli utili.

Quali sono le attività che una rappresentanza può svolgere?


  • Attività di promozione e consolidamento del brand sul mercato;
  • Showroom per prodotti aziendali con possibilità di dimostrazione;
  • Preparazione, stesura e conclusione accordi con partner russi.

La vendita e realizzazione diretta di prodotti o servizi sul territorio russo, viene invece considerata presupposto per la tassazione degli utili e da luogo ad altri enti quali la cosiddetta rappresentanza continuativa ovvero la filiale.

Rappresentanza continuativa (Filiale)

La procedura di accreditamento di una filiale è analoga a quella già vista sopra per la rappresentanza assolvente semplici funzioni di supporto e promozione: stessi documenti, stesse imposte. Cambia invece la funzione che questi soggetti possono svolgere dal punto di vista della legislazione russa nonché la tassazione.

Una rappresentanza continuativa pur non essendo riconosciuta come soggetto giuridico, può effettuare attività commerciale diretta e quindi affiancare all’attività di promozione e supporto quella di vendita e realizzazione diretta di prodotti o servizi attraverso la propria sede.

Esercente parzialmente o del tutto le funzioni della casa madre, una filiale si considera una sede distaccata della casa madre straniera e, pertanto, non residente in Russia. Come tale potrà ricevere liberamente dalla casa madre straniera fondi e finanziamenti attraverso il proprio conto bancario in Russia non soggetti al controllo valutario, ma non potrà importare direttamente dall’estero e dovrà viceversa servirsi di intermediari.

Per quanto riguarda la tassazione, una rappresentanza continuativa sarà tenuta al pagamento delle stesse imposte a cui sono soggette le aziende russe:


  • Imposta sugli utili pari al 20%;
  • Imposta sul valore aggiunto (in dipendenza del prodotto o servizio offerto).

aprire società in russia

Società controllata

La terza alternativa valutabile qualora si intenda investire in Russia è quella di aprire una società controllata sia essa a responsabilità limitata (OOO) oppure una società per azioni (OAO).

La terza alternativa valutabile qualora si intenda investire in Russia è quella di aprire una società controllata sia essa a responsabilità limitata (OOO) oppure una società per azioni (OAO).

In questa sede ci occuperemo della OOO, la forma societaria che presenta il maggior numero di vantaggi a fronte di un rischio limitato per le piccole e medie imprese straniere. La procedura per l’apertura di una OOO a partecipazione straniera è speculare a quella di un’azienda russa: dovrà essere preparato un pacchetto di documenti e consegnato alle autorità competenti del luogo in cui la futura società svolgerà la sua attività.

Una volta stabilita la ragione sociale e il numero di soci proprietari, i documenti che dovranno essere presentati sono:


  • Statuto societario;
  • Protocollo decisione fondazione della società;
  • Assetto proprietario;
  • Modulo richiesta registrazione nel registro nazionale delle imprese;
  • Delibera sulla scelta del direttore generale e del responsabile contabilità (in una OOO le due figure possono coincidere);
  • Copia del pagamento delle imposte di registrazione;
  • Dichiarazione del regime fiscale scelto.

Entro 5 gg. lavorativi si riceve l’esito della registrazione della società e si può quindi procedere all’iscrizione presso i fondi previdenziali, statistici e sanitari. Solo al termine di questa procedura sarà possibile aprire un conto presso una banca russa del quale bisognerà dare notifica all’erario e ai vari fondi presso cui ci si sarà precedentemente registrati entro 7 gg. lavorativi.

Aprire una OOO è sicuramente interessante qualora si abbia intenzione di svolgere un’attività stabile e duratura sul mercato russo. Inoltre, poiché a differenza dei soggetti analizzati precedentemente la controllata è una persona giuridica di diritto russo, questa avrà la possibilità di effettuare e ricevere pagamenti dai partner russi senza passare dal controllo valutario, nonché di importare merci senza avvalersi di un intermediario.

Senza contare che, nel caso in cui la quota di partecipazione della controllante straniera non superi il 25%, il numero dei dipendenti sia inferiore a 100 e gli utili inferiori ai 60.000.000 milioni di rubli (circa 860.000 euro), la società potrà scegliere un regime fiscale semplificato con un’aliquota del 6% sui ricavi. Tale regime prevede, inoltre, l’esenzione dall’IVA e procedure contabili e dichiarative semplificate.

Tra gli aspetti meno vantaggiosi, la minore libertà nello spostamento di fondi tra controllante e controllata che saranno comunque soggetti a controllo valutario.

La tabella qui sotto ci aiuta a riassumere le caratteristiche delle forme societarie che abbiamo visto finora:

aprire compagnia in russia

Se non sei ancora convinto di aprire una società in Russia

Un’altra possibilità per l’azienda straniera che decida di operare in Russia e voglia limitare al minimo gli investimenti è quella di lavorare senza una sede russa, stringendo rapporti con aziende locali o liberi professionisti muniti di partita IVA che possano svolgere le attività necessarie senza gli oneri di una sede sul territorio in termini di personale, affitto locali e tassazione. Una scelta quest’ultima che potrebbe essere indicata per un approccio più morbido e meno rischioso al mercato russo soprattutto se non si hanno ancora dei veri e propri contatti commerciali in loco. In questo caso è tuttavia cruciale scegliere accuratamente il partner verificandone la reputazione e l’affidabilità.


Vorresti aprire una società in Russia e hai bisogno di altre informazioni? Ti interessa qualcuna in particolare delle varianti proposte? Lascia un commento o contattaci all’indirizzo info@balalaika-bs.com


Francesca

Lascia un commento

Premendo il pulsante 'Invio' si dà consenso al trattamento dei dati personali

Balalaika Design – Come vendere arredamento in Russia Guida a Yandex: Yandex Wordstat per scegliere le parole chiave giuste

Potrebbe interessarti anche

E-commerce in Russia (Aggiornato): Cosa Serve Sapere per Vendere Online in Russia nel 2019
Se pensi alla Russia come al prossimo mercato di sbocco per il tuo e-commerce, queste informazioni potranno chiarirti le idee.
08 Novembre 2018
Localizzazione Siti Web: Come Affrontare i Mercati Esteri Online
Cosa tenere in considerazione prima di tradurre — o localizzare — il sito internet aziendale.
11 ottobre 2017
Spedire in Russia Campioni e Cataloghi Senza Passare per la Dogana si Può
Consigli pratici per spedire in Russia una campionatura senza complicazioni e senza spendere un capitale.
11 Aprile 2017